Comites Polonia per l’Emergenza Ucraina, l’incontro in Ambasciata

Il nuovo Comites Polonia, insediato il 16 dicembre 2021, in rappresentanza degli italiani residenti ha dato seguito a diversi progetti per l’Emergenza Ucraina.

Martedi 29 marzo si sono riuniti in Ambasciata d’Italia a Varsavia alcuni rappresentanti del Comites con l’imprenditoria italiana e altre organizzazioni presenti in Polonia, su invito dell’Ambasciatore Aldo Amati per accogliere il Ministro per gli Affari Europei Vincenzo Amendola.

Un incontro informale per informarci a vicenda dei progetti in corso in aiuto dei profughi ucraini.

Gli italiani, come sempre, dimostrano di aver un gran cuore e, a cominciare dal padrone di casa, l’Ambasciatore stesso è coinvolto nelle attività settimanali di coordinamento con organizzazioni, istituzioni, associazioni, ONG, imprese italiane, protezione civile per l’Emergenza Ucraina.

Alla serata alcuni consiglieri tra cui Paola Pesoli, Giuseppe Adamo, Mariano Caldarella, Alberto Defraia (tesoriere) e Silvio Bucci (segretario) hanno presentato al Ministro Amendola i progetti in corso e le donazioni ricevute.

Comites Polonia per l’Emergenza Ucraina, l’incontro in Ambasciata

Il Comites Polonia per l’Emergenza Ucraina si è già attivato:

  • per dare supporto psicologico a italiani e ucraini che hanno subito il trauma da guerra. Nel programma è previsto l’impiego della tecnica EMDR, ossia il metodo terapeutico fondato su movimenti oculari e altre forme di stimolazione. La presenza di un traduttore è auspicabile, ma non indispensabile e si può scegliere se farlo singolarmente o in un gruppo. Ringraziamo la dottoressa Virginia Patrizi e il dott. Michelangelo Di Stefano
  • con la Fondazione Bottega Italiana, fondata e diretta da Angela Ottone, si aiuta principalmente chi vuole andare in Italia, dando un supporto linguistico e culturale base  ai bambini e alle loro madri, in modo ludico affettivo. Ringraziamo Angela ed Elisa Złamańska
  • in collaborazione con il Comites Romania e il Presidente Gianni Calderone è stato attivato un numero telefonico di prima assistenza, per ridurre il carico di chiamate alle Ambasciate. Telefona chi è italiano e ha famiglia ucraina e ha bisogno di aiuto per il trasferimento; chiamano privati e organizzazioni che portano aiuti dall’Italia e offrono il trasporto ai profughi sulla via di ritorno. Il Comites fornisce loro le istruzioni da seguire prima della partenza, gli obblighi sanitari e per regolarizzare la posizione una volta entrati sul territorio italiano.

  • per veicolare gli aiuti di Rotary Club Italiani attraverso il Rotary Club Varsavia e sfruttare il loro circuito e i contatti diretti con l’Ucraina.
  • per sostenere l’IPA ( International Police Association), organizzazione che raccoglie 66 corpi di polizia in tutto il mondo, nella consegna dei carichi di aiuti indirizzandoli ai centri di raccolta e prevenendo infiltrazioni della criminalità organizzata.

  • per impegnare le donazioni ricevute (si ringrazia LeoVince per la generosa donazione) nell’organizzazione di eventi o altri aiuti per la popolazione ucraina.

Il Comites Polonia per l’Emergenza Ucraina ha in programma altri aiuti e vi chiediamo di divulgare questo articolo nella comunità italiana.

Articoli simili